Details

Pandora TV pubblica, tradotto in italiano, un documento indispensabile per comprendere l’attuale situazione militare e politica nelle repubbliche di  Donetsk e del Donbass.

(12977)

loading...
  • Pierbruno Russell

    grazie lo stesso sdkdij8yuju

    • Roberto

      ehehe sarà un problema di inserimento :)

  • Francesco Serra

    Grazie Pandora TV!!!

  • Francesco Bellavita

    peccato per la pena di morte… ma è comprensibile in tempo i guerra, mi auguro che cambieranno dopo la vittoria

    • Leoponzio

      In Russia la pena di morte è regolarmente applicata. Perché dovrebbero cambiare.

      • Pino Cabras

        Leoponzio è un troll. Lo dimostra una volta di più con questa sua idiozia. La pena di morte in Russia è soggetta a una moratoria a tempo indeterminato in vigore dal 1996, confermata dalla Corte Costituzionale nel 2009, e pubblicamente sostenuta dalla moral suasion dei presidenti che si sono succeduti, compreso Putin.

      • ti confondi con i tuoi padroni a stelle e striscie

      • Alessandro Farolfi

        Senti troll (Leoponzio)del menga,la pena di morte sebbene formalmente ancora in vigore in Russia é stata sospesa già dal 1996,informati di più ignorante!
        al contrario nel paese dei tuoi amichetti USA in 32 stati + quello federale,é ancora pienamente operante,poi questa sarebbe la + grande democrazia del mondo,ma fatemi il piacere,come diceva il grande Totò!
        un saluto
        Alexfaro

      • Leoponzio

        Ma allora troll ha ragione…in Russia esiste pena di morte, solo che da un po non fanno esecuzioni: pomello te

  • Franco 296

    Complimenti a pandora per questo documento veramente eccezzionale!!!

  • Giorgio Tacchini

    Ottimo documento. Non so però se vorrei vivere in uno stato con una concezione così forte di tradizioni e appartenenza oppure in uno stato diventato europeo come la Slovacchia di oggi. Certo è che qui si tocca il confine con una diversità che la nostra Europa non può varcare e cercare di inglobare ad ogni costo. Credo però che una parte dell’ Ucraina, quella a ovest, voglia entrare sinceramente e profondamente in Europa e questo va detto perchè i paesi vicini a lei come Slovacchia, Rep. Ceca e Polonia hanno una stabilità economica ed una apertura tipica Europea a cui loro ambirebbero giustamente. Ucraina divisa in due? Se Putin accettasse potrebbe essere la soluzione giusta.

    • come putin ha più volte ribadito.
      Lui non deve accettare niente.
      La russia può influire e fare pressioni, ma il governo delle rep. popolari di novorossja è autonomo.
      Oltre tutto nel fronte progressista che guida la resistenza ci sono molte anime che guardano più a zuganov che non a putin e altre ancora che considerano persino ghennady un moderato e un revisionista.
      Certo è che se il parlamento russo, come fa nelle situazioni di crisi, agisse di concerto per influenzare ciascuno i suoi referenti in ucraina, questo si darebbe una mano significativa.
      certo dal parlamento escluderei cialtroni filoccidentali come quelli di Yabloko…. ma per fortuna prima di me ad escluderli ci hanno pensato i russi stessi.
      e certo che se non prendi manco un seggio pure col proporzionale e con tutti i soldi che ti passa la CIA, vuol dire che qualche problemino ce l’hai….

  • Andrea Monaldi

    “Noi vogliamo solo essere lasciati in pace,,” dice quest’uomo ….ed è proprio per questo il coccodrillo U.S.A. con al guinzaglio la lucertola EU vogliono loro far guerra.

  • NeroBlack

    Questi non vogliono semplicemente fare la fine della Grecia. L’Europa al guinzaglio degli USA stanno cercando di europeizzare una nazione il cui governo legittimo è contrario. Questo è al netto delle supercazzole europeiste.

  • Alessandro Farolfi

    Questa conferenza stampa,sebbene molto illuminante é già ampiamente superata dai fatti visto che risale a domenica 24/08/2014.
    Ad oggi martedì 02/09/2014,le truppe della Novorossija con la loro travolgente avanzata verso sud-ovest hanno oltrepassato e nel contempo anche circondato,la città portuale di Mariupol!
    Stando alle ultimissime notizie si stanno avvicinando addirittura alla frontiera con la Crimea che é già Russia dal maggio us,x cui…Evvai così!
    un saluto
    alexfaro

  • Paolo Hudel

    Slava Rossija!

  • Leoponzio

    Questi pagliacci al soldo di Putin sono abbastanza ridicoli.

    L’avvocato dovrebbe fare un profondo ripasso delle convenzioni internazionali sui prigionieri.

    Ah già crediamo tutti a che fanno tutto da soli….senza nessun aiutino.

    Ma non bastava l’infezione d siti di propaganda russa,o ci si mettono anche gli Italiani?

    a vedere la faccia ad uccidere la bimba di 9 anni e stato dei due, a sangue freddo….magari aveva rifiutato di giurare fedeltà a Putin ed ai suo lecchini

    • se nei suoi ridicoli post lei avesse anche solo una volta speso una parola di pietà per i civili(bambini compresi) del donbass massacrati dai nazisti ucraini
      la sua indignazione sarebbe più credibile.

      • ma che fai gli rispondi pure?
        questo fa il leguleio da due soldi e non sa nemmeno che differenza passa tra l’ordinamento costituzionale di una repubblica popolare e la russia di putin…..
        per quel che riguarda poi gli psicotici che si ritrovano putin persino nel preservativo e gridano “oddio la russia sta invadendo mia moglie!”, tu rispondigli che persino Churchill, non era comunista, non amava l’urss, eppure la aiutò contro il nazismo durante la seconda guerra mondiale.
        stessa cosa sta facendo putin con la novorossja oggi.
        e chiudi la vicenda.

      • Leoponzio

        La mia pieta si esaurita anni fa per le vittime di questi due criminalic sovietici che tu adori e sostieni.
        Congrats…ci mancava un altro che si è svegliato ieri.

      • Alessandro Farolfi

        Vedo che Leoponzio credendosi ben informato,pensa ancora che esistal’URSS,oggi nel 2014(magari fosse così!)
        un saluto
        Alexfaro

      • Leoponzio

        Oh… mamma si sono dimenticati di insegnarti a leggere.
        Mai detto che esiste URSS ho solo detto che esistono i criminali sovietici, ovvero quelli come i tuoi idoli hanno commesso crimini quando URSS esisteva

    • Giorgio Tacchini

      Ah sì, anche la rivoluzione di Kiev l’hanno fatta da soli….ma va là !

    • Alessandro Farolfi

      Leoponzio,ma non ti rendi proprio conto che sei solamente patetico con le tue elucubrazioni mentali?
      X favore vedi bene di spostarti sun un sito che ti sia più congeniale come ad esempio,il”falso quotidiano” di Padellaro,Gomez e purtroppo anche il mitico (almeno x me)Travaglio!
      senza offesa ,un saluto
      Alexfaro

      • Leoponzio

        Vedi che qua ancora non governano ne putin necquei due criminali vetero leninisti che tanti adori ( conosci vero i nastrini che sfoggiano sulla divisa) dell intervista…sei kiveri di creere ad uba pagliacciata…non puoi ovligare altri a farlo
        Hic manebo ad nutum

      • Alessandro Farolfi

        Leoponzio,leoponzino,cerca almeno di non scrivere madornali cazzate,alle quali non vale nemmeno la pena di rispondere,tanto sono false!
        un saluto,senza offesa
        Alexfaro

  • kiev ha annunciato un cessate il fuoco permanente nel Donbass
    3 settembre 2014, 12:02
    servizio stampa del presidente dell’ucraina petro poroshenko

    VITTORIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    JA LIBLIJU SSSR(N)!

  • Giorgio Tacchini

    Al prossimo tentativo, Bruxelles si potrà dimenticare per sempre Kiev. Speriamo abbiano capito la lezione perché sul campo è rimasta morte, sofferenza immensa di migliaia di famiglie e una economia immobilizzata. Noi naturalmente le coscienze ce le teniamo ben pulite, asciugate e stirate. Eh già, siamo Europei: liberisti e democratici. Eh già.

  • Lucie

    Мы гордимся этими настоящими мужчинами. Слава Богу бессмысленная, подлая война против Донбасса, кажется, подходит к концу. Мы из Крыма и сочувствуем нашим братьям, нам повезло, так как мы (да и любой, наверное, если бы США решили использовать очередной сценарий) могли бы оказаться на месте жителей этой земли. Понадобится очень много сил, чтобы восстановить города и вернутся к мирной жизни, но я верю, что у них все получится, мы все поможем им. Трудно понять власть, которая так бездумно и жестоко на глазах у всего мира расстреливала города и свой народ. Трудно понять весь мир, который поддерживает страну, находящуюся на первом месте в мире по затратам на вооружение. А еще не понимаем журналистов, задающих вопросы на английском языке. Как профессионалу можно ехать на работу в страну и не знать языка, на котором говорят в этой стране?

  • luigi

    Tutto bene, tutto giusto, ma manca qualcosa, la scintilla rivoluzionaria.
    Ci sono accenni all’ internazionalismo, ma non c’è in modo esplicito nessun
    richiamo al Marxismo-Leninismo che permetterebbe una lettura ben nitida
    dei fatti odierni e un baluardo connettivo contro la bestia capitalista.

    • cavolo il ripristino della costituzione sovietica del 1977 e il principio che nessuno potrà arricchirsi sfruttando il lavoro altrui non ti basta?

      • luigi

        No, non basta e non deve bastare, la risposta non può essere statica, deve essere dinamica, cioè dimostrare capacità di analisi
        e di reazione rivoluzionaria ad ampio spettro in grado scuotere il torpore dell’incoscienza in cui tanta umanità è sprofondata.
        La rivoluzione, metaforicamente parlando, deve correre non dormire, deve tracciare delle direttrici in cui instradare le masse nella presa dell’autocoscienza del proprio ruolo, un ruolo attivo non passivo. Dietro a quello strumento (ВИНТОВКУ) ci deve essere una testa pensante che abbia preso consapevolezza piena del proprio ruolo e del proprio fine collettivo.(1)
        Non vedo nessun “vessillo” del rosso colore sventolare in modo evidente, perchè anche l’occhio vuole la sua parte, non sono forse, questo mondo, questo sistema socio-economico, queste guerre fondate sull’immagini, allora il messaggio deve essere chiaro, la scelta netta, ognuno dovrà essere richiamato alle proprie responsabilità, senza nessun escamotage per la propria coscienza, che sia di persona, di comunità o di stato nazione.
        O con noi o contro di noi.
        Questa manfrina, stillicidio infinito di sangue, deve finire, ormai le riprove sono esaurite, chi non lo ha capito adesso non lo
        capirà mai ed è bene che ne subisca le conseguenze.
        La fenice tricefala del capitalismo non dovrà di nuovo rigenerasi dalle sue ceneri attraverso un nuovo macello mondiale, le sue
        tre teste, Stati Uniti, Regno Unito e Vaticano dovranno essere mozzate, allora la questione storica potrà ritenersi conclusa.
        Le sue convulsioni dovranno essere amplificate al tal punto da portarla alla risonanza delle sue contraddizioni, allora,
        si assisteremo ad un bel fuoco d’artificio, questa si, sarà una vera rivoluzione colorata.
        Molto più dell’ingordigia capitalista la nostra fame rivoluzionaria non dovrà avere limiti nella caccia sistematica ai nemici del popolo.
        PROLETARI DI TUTTO IL MONDO UNITEVI!
        Proletari, però, che abbiano bene in testa la coscienza di classe, gli altri vadano pure al loro altro mondo.

        (1)
        Cosa sarebbe costato alla dirigenza russa, forse tanto, ma mai quanto ritrovarsi la Nato alle porte di casa e accerchiati,
        ammansire gli ucraini (come altri paesi) con una politica economica di elargizioni e di investimenti, visto anche la notevole presenza di risorse, le più varie, del paese, atti ad impedire all’Ucraina di doversi calare le braghe al primo capitalista che si fosse presentato sulla soglia di casa o ai suoi cittadini di vendersi per quattro denari, la manodopera a basso costo e nuovi mercati sono la linfa vitale del capitalismo.
        Un benessere diffuso, ma anche solo una certa sicurezza economica avrebbe tolto pane dai denti della
        bestia capitalista e alla sua attività di corruttela sistematica, non solo economica, ma anche in modo particolare di pensiero, di vita.
        Ma se si vuole stare al tavolo da gioco dell’ economia di mercato, dove chi tiene il banco è anche baro, allora la giocata
        è persa in partenza. Si sono voluti immedesimare in un ruolo, mandando al diavolo tutti i sacrifici fatti nel secolo scorso, che
        chi d’oltre oceano vedeva, non avrebbe certo permesso che il primo posto della classe fosse andato perso, data la sua
        profonda natura bizzosa. Si sarebbero forse attesi che gli avrebbero battuto le mani per il superamento dell’allievo del maestro.
        Non conoscevano forse le linee di pensiero di chi tiene le redini di quel paese e degli altri a loro proni. Speravano forse
        che un pò di atmosfera conviviale e qualche bella donna pottessero ammansirli. Per loro tutto è merce (citando Lenin, “un capitalista è capace di venderti la corda con cui è stato impiccato”) quello che conta è il potere economico, l’atmosfera conviviale si compra, le donne neanche a parlarne, quindi l’illusione si è infranta contro il muro di non aver usato una capacità di analisi con una metrica adeguata, che può essere data solo dal pensiero scientifico dell’ analisi marxista.

      • tutto giusto e tutto vero.

        ma dopo venti anni passati a prender sberle sotto il tallone del grande capitale e dell’imperialismo americano, direi che il loro è un buon inizio.
        Lo stesso Mozgovoj comandante del battaglione “fantasma” lamenta la mancanza di commissari politici nell’esercito di novorossja ma ammette anche che buona parte della gente che oggi combatte, ieri andava in ufficio o in fabbrica e quindi lui stesso cerca di ovviare come può.
        cito testualmente

        ““Purtroppo la mia brigata manca di un organico politico. Non è facile creare una unità militare convenzionale partendo da un contadino ed un muratore. Ma, nonostante la disperata mancanza di specialisti, mi sono assunto il compito di creare un sistema completo, esattamente come deve essere. ”
        Quanto all’iconografia… bhe la stessa bandiera novorossa (di un bel rosso brillante per la cronaca) al suo interno ha l’aquila bicefala a indicare i popoli slavi, ma reca nelle zampe il martello dei minatori, il fascio di grano dei contadini e l’ancora dei portuali a sottolineare la centralità dei lavoratori in questo nuovo stato.
        se vuoi il parallelismo iconografico molto forte può essere fatto con la bandiera della repubblica democratica popolare albanese (che sopra l’aquila bicefala su campo rosso recava la stella del socialismo).
        poi hai dozzine di foto dei vari battaglioni che all’interno dei loro loghi hanno stelle rosse e/o falci e martello.
        un esempio per tutti può essere il filmato della presa di saur mogila.
        per quanto riguarda invece la ciccia politica della questione direi che l’esproprio dei bene degli oligarchi e la nazionalizzazione delle risorse è un primo, meraviglioso,inaspettato passo avanti

  • Emanuele Berardi

    qualcuno sa dirmi di più sui francesi a cui si accenna?