Details

Cadaveri con uniformi della Nato e armi americane trovati sotto le macerie dell’aeroporto di Donetsk, riconquistato dai ribelli filorussi. Circa 600 i combattenti ucraini uccisi nella battaglia più sanguinosa dall’inizio delle guerra civile nell’est dell’Ucraina. Questa la risposta dei filorussi alla massiccia mobilitazione del governo di Kiev, che nei giorni scorsi aveva respinto il piano di pace proposto da Putin e lanciato una nuova offensiva con cinquantamila uomini.

(10953)

  • Franco

    Meno male che gli altarini iniziano a saltar fuori…speriamo che salteranno fuori ache i villaggi del Dombass rasi al suolo e le città a tutt’ora bombardate….!!!!

  • marcoferro

    mentre accusano la russia di mandare uomini e mezzi nel domdas in realtà lo stanno facendo gli ameri-cani vili sobillatori.

    • Il Ragioniere Oscuro

      Russi e americani stanno facendo le stesse cose.

  • davide lenci

    Questo video è l’ennesima dimostrazione di cosa accade nel Dombass,
    ma ce ne sono altri anche più terribili da guardare.

  • Senza Spirito

    Al solito i toni sono da istituto luce del 2015… Quando ci faranno vedere 600 cadaveri sapremo che sono effettivamente tanti, quindi non prenderei per buona questa notizia, anche perché da un punto di vista strettamente legato alla dinamica di uno scontro di quel tipo mi parrebbe una disfatta gigantesca, oltre a rappresentare il 12% dei decessi di tutta la guerra. Per le armi e uniformi della NATO lo stesso. Non è che un pupazzo ci dice che le hanno trovate e noi siam tenuti a credergli. Magari ce le mostrassero. Ce ne fossero anche 2 o 3 certo non dimostrano un grande sforzo di approvvigionamento, che dite? Il fascista se è tale lo possono anche far fuori, ma per buon senso meglio mostrarsi civili. Su RT sono persino più sobri nel dare le notizie :D

    • òstrik @

      hai coraggio di negare l’evidenza pure dopo questo video?

      • Senza Spirito

        Ma tu cosa vedi esattamente nel video? Incredibile! Tu dici a me se nego qualcosa del video, ma cosa esattamente dovrei negare? Qui si tratta davvero di vedere quel che non si vede: è questo che mi preoccupa dei fanatici. Vedi 600 morti? Vedi armi ed uniformi della NATO? E come ho postato sopra se ne dovrebbero trovare in quantità se vi fosse un approvvigionamento reale. Quindi? Queste sono sparate mediatiche, che credo non servano a far percepire la situazione più grave di quello che è già. Non capisco cosa c’è di male nel tentare di essere equilibrato e non farsi prendere dall’odio irrazionale, soprattutto per chi è lontano e non ha lo stress che subisce chi è laggiù. A me la propaganda non mi piace, da qualsiasi parte venga. “Le idee hanno conseguenze”, anche nefaste.

      • Senza Spirito

        A proposito… come è che i separatisti non hanno ancora finito le munizioni, oltre ad essere anche così bene armati? Forse se le fabbricano da soli le armi e le munizioni per combattere 1,86% di fascisti ucraini (come da elezioni 2014). Dovrebbero andare in Russia a difendere Mosca dai nazionalisti e i neonazisti russi che sono probabilmente più numerosi di quelli ucraini, e non è tanto per dire.

      • alex1

        Gli Ucraini dovrebbero andare in Russia per difendere i Russi dai neonazisti? In Russia i russi lo stanno facendo benissimo, nessun neonazista è al potere. Gli abuitanti del Donbass stanno combattendo contro i nazisti di kiev (1,86 % cosa è) purtroppo al potere, armati, finanziati e addestrati dall’esterno.

      • Adriano Traversa

        I video di cui molti sono montature non sempre sono attendibili

    • davide lenci

      Posso già immaginarmi cos’altro diranno dopo questo video.
      Il governo di Kiev ha perso credibilità, era prevedibile l’intervento della Nato
      in Ucraina e quanto potevano essere le sconfitte.
      I fatti riguardanti la Russia mi sembra tutta una scusa per creare
      panico anche quando non sta succedendo proprio niente.
      Che l’esercito russo stia attaccando l’Ucraina non vedo niente di vero.

  • schcarloit

    Abbiamo seguito con trepidazione, sin dall’inizio l’escalation della guerra fratricida in Ukraina. I fatti si commentano da sè, lo scontro è fra USA e RUSSIA. Ai poveri malcapitati ukrainzi gli’e ne fanno di tutti i colori ed intanto l’odio cresce fra di loro. Crediamo solo al 50% di quanto i due GALLI + la GALLINA ( Nato) ci raccontano! Se c’è un Dio lassù nel cielo, è ora che si manifesti in difesa dei giovani militari di Kiev e degli abitanti del Dombass, che perdono la vita per i giochi diabolici di Neri e Rossi Biforcuti…!

    • Leonardo Facchin

      A dire il vero di Rossi ce ne sono proprio pochi in questa storia…

    • alex1

      La Russia c’entra poco, almeno finora, se non per aver ospitato I profughi (un milione E’ una semplice uerra di conquista condotta da golpisti insediati grazie all’appoggio della Nuland e di McCain, per conto della Nato e UE ai danni non solo degli ucraini russofoni ma deli abitanti di tutta l’Ucraina.

  • Gianfranco Menotti

    Business is business :non importa se si vince o se si perde,si sa la vita è una sola , per noi occidentali è importante che il materiale (bellico) venga smaltito.Il ciclo può ricominciare ,produco e poi consumo,produco e poi consumo ecc. ecc.

    • alex1

      Non e’ solo quella la causa, sarebbe troppo semplice. Mai sentito parlare di geopolitica, di conquista dei mercati, appropriazione di risorse, in pratica di imperialismo?

      • concordo con alex

  • hahahahaha siiii l’aeroporto di Donetsk!!! quella che il governo di Kiev ha definito un’epica vittoria!
    e come disse Pirro ad uno dei suoi generali, contemplando il campo di battaglia cosparso di cadaveri dei suoi “un’altra vittoria come questa e sono rovinato”

    • Gianfranco Menotti

      Ma cosa sei scemo ? Come fai a ridere davanti ai cadaveri e alle distruzioni ?

      • io non rido dei cadaveri.
        Rido della stupidità umana dei nazieuropei di kiev che giudicano questi cadaveri e questa distruzione un’epica vittoria.
        E poi senza falsa morale ipocrita che visto che non sono cristiano non mi appartiene.
        Non credo nemmeno alla svolta nonviolenta che rovinò la sinistra italiana.
        La rivoluzione non è un pranzo di gala e ogni rivoluzione è inutile se non ha le armi per difendersi.
        Si, provo una certa soddisfazione a vedere la morte dei carnefici.
        Probabilmente la stessa che provavano loro quando bombardavano la popolazione civile e stupravano le donne e le bambine di donetsk.
        sei uguale a loro, allora mi dirai tu.
        No, a differenza di questi mercenari, queste bestie naziste, io non ucciderei mai per denaro, ma solo per difendermi.
        e no! io non ucciderei mai gente inerme.
        Ciò non vuol dire che non possa sorridere quado vedo sconfitto il cane del potere, che in ucraina come nel resto del mondo, usa la violenza per schiacciare sotto il tallone del grande capitale gli oppressi e i deboli.

      • Gianfranco Menotti

        Scusa ,ti ho risposto su un’altro tuo intervento e non avevo ancora visto questo.Cerco di riparare .Bene ma allora ci siamo, sei veramente uno di noi, un vero comunista! Cioè voglio dire ,sei uno che fa il tifo per noi comunisti.Guarda che però non cambio il mio giudizio sulla capacità dei servizi segreti occidentali di strumentalizzare il linguaggio dei supersinistri, supercomunisti, come il tuo, perchè ‘scusa se mi ripeto, loro hanno proprio bisogno di quelli che parlano come te per giustificare gli enormi, spropositati,ingiustificabili stanziamenti militari che stanno strangolando le economie Europee. La sola cosa che conta,in verità, per i fabbricanti di armi

      • Massimo Cuccu

        Sono d’accordo…..e la tua risata non era equivoca affatto.
        Ma ben direzionata ai nazischizzen ! :)

  • Franco

    E intanto a tutt’ora nella dimenticata Gorlovka continuano i bombardamenti, tutta la popolazione è ancora stipata nei rifugi…l’altro giorno i cadaveri per le strade erano 106, ma nessuno deve sapere…perchè non vanno a Gorlovka i grandi osservatori dell’OCSE o dell’ONU? Perchè non gli conviene?…Non potendo affermare che si bombardano da soli quei terroristi dei separatisti meglio far finta di niente, vero Poroscenko?! Bravi!…Obama o la Merkel si meriterebbero che i separatisti non riuscissero a difendere bene le industrie chimiche come stanno facendo, in modo che qualche colpo di mortaio o missile arrivasse a segno, se succedesse Chernobil sembrerebbe uno scherzo, a Gorlovka ci sono le più grandi industrie chimiche dell’Ucraina e la produzione mondiale del 3% di ammoniaca, del 2% di mercurio, miniere , metallurgia etc…un polo industriale importantissimo che copre una superficie di 400 kmq con 280000 abitanti a 45 km a nord-ovest da Donetsk. Una popolazione decimata e stressata che stà morendo sotto le bombe, ma non se ne va! Continua a resistere! Anche se difronte hanno tutto l’esercito ucraino che Poroscenko può schierare! Le provocazioni di Mariupol servono per distrarre l’opinione internazionale, come ha detto il capo dei separatisti al tg1 rai stasera (che finalmente ha trasmesso cosa ne pensa chi si stà difendendo!), la battaglia più importante di Donetsk si stà COMBATTENDO A GORLOVKA dall’inizio dell’estate scorsa! Non stanno avanzando solo a Mariupol, ma stasera hanno circondato la cittadina di Debaltsevo ( 25000 abitanti) a circa 30 km a nord-est di Gorlovka da dove partono buona parte delle truppe ucraine per bombardare Gorlovka! Speriamo che gli ucraini si arrendano senza ulteriori spargimenti di sangue, da ambedue le parti! Dall’inizio dell’estate scorsa ad oggi quanti morti credete ci siano stati a Gorlovka?….I bollettini ufficiali in aggiornamento continuo parlano di cifre a 3 zeri!
    Ma si deve tacere…. ed aspettare la prossima provvocazione dove sarà focalizzata l’attenzione dei media!
    Ed intanto a Gorlovka si muore!

  • Franco

    Ma perchè tanta ferocia e tanto odio nel voler distruggere ciò che stai perdendo?…Non è nell’interesse di nessuno ed è nella perdita di tutti e di tutto!…Voler a tutti costi lasciare terra bruciata, eliminare tutto fisicamente….suona tanto di pulizia etnica…ma poi di che tipo e in base a che cosa? Visto che l’origine della razza è più o meno unica come la religione?…solo per la posizione geografica?…Per una lingua? (l’Ukraino non è ancora scritto capito e parlato correttamente dalla maggior parte degli Ukraini dell’ovest, mentre il russo è capito, scritto e parlato correttamente da tutti, est e ovest, lo stesso Poroscenko ha i discorsi scritti in Ukraino e poi fuori campo continua a parlare in russo!! Come la Timoscenko e company)…Per le risorse minerarie e industriali dell’est che Kiev non avrà mai?…Per un complesso di inferiorità?… Per invidia e discriminazione?…Non riesco a capire il motivo di tanto odio nel voler radere al suolo tutto come è successo in tante cittadine del Dombass che naturalmente si sono ben guardati dal publicizzare!!! E quindi a Mariupol cosa stà succedendo?…La cittadinanza parla russo, inevitabile visto che fà parte del Dombass di Donetsk,..iniziano i disordini interni con la polizia e l’esercito ucraino, mentre le truppe dei separatisti si avvicinano, le autorità ucraine si rendono conto che non riusciranno più a mantenere l’ordine, i palazzi governativi e della polizia piano piano vengono occupati, aspettando le truppe dei separatisti…che però decidono di colpire il mercato perchè non vogliono che l’esercito ucraino si rifornisca di frutta dalla popolazione del posto!…Una fantasia che puzza tanto di mentalità terroristica della CIA!…Tanto da qui ce ne dobbiamo andare, questi sono tutti con Donetsk, quindi più ne ammazziamo, più diamo la colpa a quei terroristi di separatisti e meglio é!…E vai con le notizie dei media occidentali in prima pagina sugli attentati dei terroristi a Mariupol!!!….Complimenti a tutti!…Penso che della vergogna e della coscienza non ne conoscano neanche l’esistenza!….aberrante e disumano!

    • Iryna Romanova

      SEI BRAVISSIMO! COMPLIMENTI!

  • Gianfranco Menotti

    Uffa ! non riesco a farmi capire. Dunque se io sono uno che ha una superproduzione di armamenti di ogni tipo, con tutti i magazzini pieni, cosa faccio? licenzio tutti i miei operai per un congruo numero di anni aspettando che gli ordinativi mi svuotino i magazzini per poi ricominciare la produzione? (sono i cicli produttivi descritti da Marx e Engels alla origine delle cicliche crisi capitalistiche) No,ovvio, per smaltire le armi velocemente ci vogliono le guerre! E per restare all’esempio attuale,se riesco a attirare una bella invasione russa,i russi di Putin stavolta,in Ucraina, il gioco è fatto.Mi sono preso la briga di mettere i Nazisti a Kiev,(e mi sono già costati parecchi dollaroni), che se attuano seriamente una bella pulizia etnica massacrando la popolazione russofona dal primo all’ultimo,voglio vedere se Putin non invade l’Ucraina.L’importante è farlo velocemente perchè se gli europei mangiano la foglia, poi rompono le palle e non mi appoggiano più. Per ora ho rivalutato il dollaro cosi stanno zitti ,ma se quei coglioni dei miei servizi segreti non mi inventano una bella provocazione massacratizzante (si puo’ dire?) sarà dura da sfangare.Non lo dico per me , ma per i miei operai che non vorrei licenziare poveri cristi!

  • Andrea Menicucci

    Non esistono uniformi dalla NATO, buffoni.