Details

Il presidente venezuelano Hugo Chavez interviene sulle crisi programmate e provocate in Libia e Siria. La “sottrazione” dei 200 miliardi di dollari di riserve libiche dopo l’assassinio di Gheddafi.
Chavez risponde a una giornalista della CNN in un estratto dalla conferenza stampa tenuta il giorno dopo la sua rielezione, l’8 ottobre 2012.

(9974)

Category:

PrimoPiano, Speciali
loading...
  • Mylan Key

    - SE DICE QUELLO CHE DICONO TUTTI ANCHE GLI INTERESSATI LO SANNO – MA VINCE QUESTA TENDENZA E CRESCE SEMPRE DI PIU’ – CHI LA FERMERA’ MAI SE NON C’E’ QUESTA VOLONTA’ E CAMIBIO DI ANIMA NERA ? GIA’ MA I CONTI A TAVOLINO PORTANO A DECISIONI . OK . I PIU’ BRAVI VINCONO, MQ QUANTO RUBI IMPOVERISCI E TOGLI DIRITTI E COSCIENZE OLTRE CHE AMMAZZARE LA GENTE ALLORA NON CI SIAMO – SONO PROTETTI E NON SI CONCEDONO AL CONFRONTO – SAREBBERO SQUAGLIATI -

  • Bolgaroni Maurizio

    Questa persona è sempre stata fatta passare dai “nostri” media come un pazzo sanguinario mentre hanno fatto passare i “nostri governi interventisti” come “esportatori di democrazia”. E’ proprio vero che stiamo vivendo in un “mondo capovolto”. A mio parere questa intervista andrebbe fatta vedere, in prima serata, in tutte le TV a reti unificate altro che il discorso di Napolitano di fine anno.

  • Paolo De Santis

    Hugo Chavez, grande come statista e grande per la sua profonda umanità. Non meraviglia che il popolo venezuelano lo amasse e che la borghesia compradora lo odiasse. Chi sa che cosa avrà avuto il coraggio di riferire alla CNN la signora Paola Newton?

    • Franco 296

      Hai detto bene: umano. Chavez era umano!! Un politico si, ma umano!!
      Ne sento la mancanza.

  • concetta tagliamonte

    grazie Giulietto Chiesa
    per questa possibilita’ d’informazione