Details

Il reportage completo e in presa diretta dei tre giorni di viaggio nella regione di Latakia, in Siria. Firmato da Giulietto Chiesa.

(2288)

Category:

PrimoPiano, Speciali
  • Mylan Key

    Bel filmato semplice e fatto bene. Pulito. Senza tendenze ma obiettivo.
    L’ altra medaglia prefigura invece due facce molto diverse.
    1) La dimostrazione umana va’ a finire in guerra, mentre pochi vogliono accaparrarsi il mondo, e continueranno fino alla fine
    2) Il vero aspetto del tutto, non si mostra mai. Case e strutture distrutte, giacimenti e depositi di petrolio che bruciano , e migliaia di essi umani che devono morire
    Tutto nel demente calcolo umano senza limiti. La burocrazia mondiale ha redatto i veri valori, e fuori di questi e’ un sistema fraudolento e clientelistico, dove chi lavora per commissione, ne trova potere e parcella.
    Le borse sono la trappola mentale del sistema, mentre soggiogare stati e popoli per le ricchezze annesse, sono le vere misure dei valori $ di sopravvivenza.
    Oggi tutta l’ economia e la potica si concentra su un unico polo. LA GUERRA, su tutti i fronti. A spartizione globale, si tireranno le somme, fra le due teste di serie.
    Intanto demoliscono e attuano programmi con scadenza.
    Siamo anche oggi asillati dai proclami di attacchi in europa.
    O li faranno o il coprifuoco mediatico, cala sulla vita della gente, cosi’ la si distorce meglio. Quando uno stato va alla guerra per vimcere e per mantenere un potere e una sostenibilita’ al proprio paese, distruggendone altri, la massa fa’ sempre differenza, nella protesta o nel silenzio. Qui invece ci troviamo un centinaio di persone che fanno caldo e freddo senza poterli fermare. Guerre politiche ed economie ipocrite corrotte e criminali, non fanno piu’ rumore. Tutto tace.
    I bambini gay giurano che stanno insieme solo per amore, ed e’ il lato volutamente meno considerato.

  • Paolo De Santis

    Un documento spettacolare sul contributo che la Russia sta dando alla liberazione della Siria dall’occupazione da parte dei mercenari yankee di Daesh.
    Non solo i siriani, ma tutti noi dovremmo essere grati alla Russia per questo suo intervento che, almeno per il momento, ci allontana dal rischio di una guerra, voluta e promossa dalla fazione neocon-neonazi di Washington, guerra che coinvolgerebbe tutta l’Europa, e dalla quale difficilmente si uscirebbe vivi. E grati a Giulietto che ci ha così ben documentato questi fatti.

  • Paolo De Santis

    Un documento spettacolare sul contributo che la Russia sta dando alla
    liberazione della Siria dall’occupazione da parte dei mercenari yankee
    di Daesh.
    Non solo i siriani, ma tutti noi dovremmo essere grati alla
    Russia per questo suo intervento che, almeno per il momento, ci
    allontana dal rischio di una guerra, voluta e promossa dalla fazione
    neocon-neonazi di Washington, guerra che coinvolgerebbe tutta l’Europa, e
    dalla quale difficilmente si uscirebbe vivi. E grati a Giulietto Chiesa che ci
    ha così ben documentato questi fatti.