Details

Trasmettiamo in diretta la trasmissione della manifestazione nazionale di Pesaro che raccoglie le associazioni che combattono contro il Ddl Lorenzin.

(1968)

Category:

PrimoPiano, Speciali

Tags:

  • Mylan Key

    Letargo cerebrale diceva uno. Vero si, ma e’ poco, per farci frodare a tutti i livelli di danaro NON SOVRANO di debiti per soldi veri a sottomissione ed estorsione senza dazi alla Bce, di appropriazione indebita, svendita dei tuoi diritti, invasione a sostituzione umana immigrazione tratta degli schiavi a lucro , E MILITARIZZAZIONE A 100 MILIONI DI EURO AL GIORNO PER AMMAZZARE E FARCI BOMBARDARE IN ULTIMA ANALISI, ATOMICAMENTE. E’ GARANTITO, OLTRE AI DANNI MESSI DAL CREATORE CON FORZE NATURALI, per essere in letargo cerebrale .

    VI PORTO DUE FATTI di cronaca nera , tanto per capirci.
    Massimo Bosetti e Sarah Scazzi . Da una parte l’ esecutore del delitto e’ libero e le complici del delitto in carcere. MANCA IL VERO MOVENTE , ma non importa , anche se lo si sa’ e pochi l’ hanno capito. Ma il colpevole e’ libero, e chi ha voluto nascondere fatti latenti e di famiglia ad onore e incentivata la soluzione, in galera.
    Per L’ ALTRO, una costruzione a tavolino con l’ inimmaginabile e l’ impossibile.
    Al nocciolo della storia, non sta’ in piedi nulla, se non il castello di carte che si sono fatti. Ma e’ colpevole e cosi’ risolto e assolto il compito. Sembra d’ essere nell’ inquisizione , dove se prendi un innocente immacolato, lo fai diventare un criminale con colpa grave , solo perche’ sembrava che avesse guardato in un certo modo, e da li, ci sta’ dentro tutto e di piu’ . Apologia piena . Delinquente fermato prima del delitto . Espiazione magistrale a monito e a giustizia perfetta.

    PENSATE VOI , IN UN PROCESSO POPOLARE DI MASSA DI UNO STATO, DOVE NULLA E’ MESSO AGLI ATTI , DELINEATO, PROVATO, GIUDICATO E CONDANNATO , E TUTTO E’ AL VENTO , DOVE SI VUOLE ANDARE .
    Costruiscono come e quando vogliono tutto, lo decantano, e diventa legge e modo di guardare e capire, a TUTTI I COSTI , nonostante TUTTO PARLI AL CONTRARIO. E uno o una mette i piedi sopra a un’ intero stato.

    SE NON ABBIAMO UN’ ASSOCIAZIONE DI TUTTO E DI TUTTI, CHE CON UN EURO A ITALIANO = 60 MILIONI , E FORMARE UN COLLEGIO GIURIDICO LEGALE , CON TANTO DI AVVOCATI, GIUDICI, MAGISTRATI, POLITICI E PARTITI, GIORNALISTI , GIURISTI, SAPUTI DI OGNI MEANDRO, E CHIAMI A GIUDIZIO TUTTI E TUTTO, TOGLIENDOLI DALLA SEDIA E METTENDOLI IN GALERA, CON TANTO DI ATTI COSTITUZIONE E SOVRANITA’ PERDITE E DISASTRI, ___NON_SI_ARRIVERA’_A_NULLA_ .

    E LA TV DIGITALE DEVE SEGUIRE DA SUBITO , E COME PRIMA IMMAGINE DA
    METTERE IN MOSTRA FINO ALLA META , QUESTA AGGREGAZIONE E QUESTO PUNTO FORTE PIU’ CHE LO STATO STESSO .
    E’ QUESTO CHE DEVE DIVENTARE POTERE DEL VERO E DELLA VERITA’ E DEL CAMBIAMENTO . Troppo buoni si e’ sicuramente oglioni, si usa dire, ma oglioni forte, a tal punto da farci male di brutto da soli.
    Il domani e’ troppo vicino .
    ________________________________________________________________

    • Valentino Manocchio

      Parecchi sanno che nn e’stato a uccidere yara ma l’allenatrice allora pk questo castello di carte false cosa ce dietro ? A questo punto credo che anche i genitori siano coinvolti ,pk nn e’ possibile credere a delle idiozie montate fini a ora pero nn capisco a che pro per coinvolgere un intera procura

      • Mylan Key

        Si ho seguito uno che ha sviscerato la cosa , su youtube.
        Il dna dell’ allenatrice era ovvio , viveva con lei in palestra.

        Le dinamiche di tanto altro , portano a tante supposizioni.
        Il dna di Bosetti era fuori logica e quindi portava all’ indiziato.
        Altri dna erano stati trovati piu’ sicuri e completi, ma hanno depistato e seguito il princioale sulle mutande . Non potendosi contraddire hanno fatto il giro dell’ oca per arrivare a un punto, con dna dimezzato, e una madre certamente fedifraga e adultera .
        La costruzione dei fatti e’ una specie di pregiudizio montato .
        E piu’ gli avvocati hanno ribattuto e analizzato indizio e accusa colpo su colpo, e piu’ hanno demolito tutto . Oggi persino le inchieste televisive come 4° grado, si arrendono e si schierano da una sola parte.
        Lo stesso MAGISTRATA , ha fatto ancora casini a questo modo.
        E’ reticente nel suo approssimativo e cocciuto inadatto .
        Ma e’ ancora li . Siamo in Italia, in tutti i sensi . Nel senso di SENSO

        Per la Scazzi, quello che ha fatto scatenare il tutto, e’ che allungava le mani proponendo qualche 5 euro di compiacimento.
        A chiacchiere e confidenze, deve essersi scatenato un retro scena, dove l’ interessato, aveva avuto si dice, gia’ dei precedenti in fatto di mani lunghe o che avesse a che fare con un lavoro di servizio mortuario. In casa ci devono essere stati degli abusi, o fatti, gravi o no che siano, ma tali da far scorrere un allarme di tanto altro.
        Il padre con la figlia, la madre che sa’ e mette fine alla fine, la gelosia troppo morbosa fra Sarah e la cugina, e una serie di situazioni morali sessuali che non hanno saputo gestire.
        Se usciva tutto , visto che la cuginetta era schietta, e poteva dirlo a sua madre o che, e far scattare una complesso di colpa e di onore da scardinare il passato, le due donne , colpevolizzando il padre, lo hanno pure indotto a porre una soluzione, che era di far sparire la ragazzina, che parlando, avrebbe smosso tutto in coscienza e su fatti , che sarebbero risultati eclatanti, in un paese cosi duro a morale e giudizio da perderci la faccia.
        I fatti portano che tutti sapevano in casa, della fine di Sarah, a tal punto, che tutti avevano il suo telefonino rimasto dal dopo delitto, e fatto ritrovare dallo stesso padre , per ripulirsi da essere forse messi sotto osservazione e farsi un alibi di collaborazione e depistaggio . Un depistaggio che ha smosso una situazione che tutti credevano da parte dei famigliari, completamente fuori da ogni coinvolgimento . Io cosi’ l’ ho capita, nel profondo, per arrivare a tanto . Ma la giustizia, come sempre, taglia di traverso . L’ esecutore e’ libero, le mandanti a sguardi e detti, in galera.
        In galera ci dovevano stare tutti e tre, su un sala grande, a 3 celle divise ma comunicanti senza rapporto fisico , e con tanto di microfoni e telecamere. Soli soli. Fino a sconto pena o rivelazioni .
        Ma a fare una cosa cosi’, ci vogliono dei geni.
        In Italia non ne abbiamo . Abbiamo scribi e farisei . E tanti incapaci.
        Ma specialisti nella corruzione di ogni qualita’ e a gerarchie , fino all’ ultimo in divisa o sull’ ultima sedia . Il popolo e’ l’ allevamento del tutto ad uso e mantenimento loro .